Adenoma ipofisario

DOSI CONSIGLIATE AD INTEGRAZIONE DELLA TERAPIA MEDICA PRESCRITTA

ADENOMA IPOFISARIO E COORDINAMENTO ENZIMATICO

PRIMI 3 GIORNI
• 10 ml di Citozym al mattino prima di colazione
• 10 ml di Citozym alla sera prima di coricarsi

DAL 4 AL 6 GIORNO
• 10 ml di Citozym al mattino prima di colazione
• 20 ml di Citozym sciolti in un bicchiere di acqua alla sera prima di coricarsi

DAL 7 AL 15 GIORNO
• 20 ml di Citozym al mattino sciolti in un bicchiere di acqua
• 1 stick di Probiotic P-450 h.11
• 30 ml di Citozym con 1 stick di Propulzym sciolti in un bicchiere di acqua bere a sorsi durante la giornata
• 20 ml di Citozym sciolti in un bicchiere di acqua alla sera prima di coricarsi

DAL 16 AL 120 GIORNO
• 20 ml di Citozym al mattino sciolti in un bicchiere di acqua
• 1 stick di Probiotic P-450 h.11
• 60 ml di Citozym con 1 stick di Propulzym sciolti in un bicchiere di acqua bere a sorsi durante la giornata
• 20 ml di Citozym sciolti in un bicchiere di acqua alla sera prima di coricarsi

DOPO IL 7 GIORNO
• Procedere alla disinfezione delle vie nasali mattino e sera
- introdurre 1 goccia di mix (20% Citozym e 80% acqua fisiologica) per narice ed attendere 10 secondi, soffiare il naso e liberarsi dal muco;
- ripetere l’operazione fino al raggiungimento graduale di 5 gocce per narice

Dai primi giorni assumere gocce di Citozym sublinguale 5-6 volte al dì

ENTEROCLISMA
• 10 ml. di Citozym e 15 ml di acqua fisiologica tutti i giorni

MATTINO E SERA
applicare la crema Athletic Fresh sulle articolazioni, nevralgie, plexalgie, radicoliti ecc.

link della ricerca
http://www.citozeatec.it/studi-citozeatec/2017-02-14-14-22-57/942-effetti-protettivi-di-citozym- sull-ictus-indotto-su-animali.html


Nota
I preparati biodinamici, frutto della Ricerca Citozeatec, sono substrati enzimatici pensati ed elaborati secondo il ciclo biologico umano, mirati ad agire su alterazioni enzimatiche che, notoriamente, portano a numerose malattie, come scoperto da J.B. Sumner fin dagli anni '20 del secolo scorso. La cellula ha infatti la necessità di energia fornita da substrati enzimatici specifici, non da altri che andrebbero a modificare la struttura genetica portata dalla sequenza nucleotidica del DNA, successivamente trasferita sulla sequenza amminoacidica della catena polipeptidica corrispondente.

GLI INTEGRATORI BIODINAMICI NON SONO SOSTITUTIVI DI FARMACI

scarica il protocollo