Molte pazienti tornano su questa domanda, riteniamo quindi opportuno rispondere con un commento separato: la diagnosi di Fibromialgia è "differenziale", deve cioè poter escludere, con molte indagini, altre possibili malattie, escluse le quali lo Specialista (soprattutto Reumatologo, ma anche Neurologo e Algologo) effettua "digitopressione" (pressione con le dita) su 18 punti specifici del corpo (tender points) e, se la risposta è dolorosa in almeno 11, la diagnosi clinica viene effettuata. A quel punto...nulla: nessuna terapia farmacologica risulta efficace e i vari tentativi, costantemente inutili, servono quasi sempre solo ad aumentare sconforto, depressione e sfiducia nel paziente. L'unica autentica novità scientifica viene dall'aver compreso le basi enzimatiche della malattia e dalla elaborazione di un protocollo complementare biodinamico specifico, mirato contro la Fibromialgia: link La missione di Citozeatec è informare la Classe medica, ovviamente, ma il tema è talmente importante che riteniamo nostro dovere darne parallelamente notizia anche ai pazienti, non trattandosi di farmaci ma di preparati naturali classificabili come Integratori Alimentari Biodinamici (IAB), attivi a livello enzimatico e validati da importanti ricerche universitarie anche in altri settori delle Scienze mediche. Per informazioni il Servizio Clienti è attivo 365 giorni all'anno: servizioclienti@citozeatec.it